Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ruth Ben-Ghiat in conversation with Federico Rampini. Strongmen: From Mussolini to the Present

Data:

08/12/2020


Ruth Ben-Ghiat in conversation with Federico Rampini. Strongmen: From Mussolini to the Present

Nel suo nuovo libro, Strongmen: From Mussolini to the Present (W.W. Norton & Company) l'autrice descrive il modus operandi di leader autoritari che usano corruzione, violenza, propaganda e machismo per rimanere al potere. Analizzando l'evoluzione globale di attuali situazioni politiche Ben-Ghiat ha presentato le sue analisi su uomini al potere autoritari scrivendo sul Washington Post (Strongman leaders take defeat poorly — just like Trump) e discutendone su NPR (The Point , What The 'Strongmen' Of History Reveal About Modern Politics).

CLICCARE QUI PER LA REGISTRAZIONE ALL'EVENTO

 

Ruth Ben-Ghiat è professoressa di storia e studi italiani alla New York University. Scrive frequentemente per la CNN e altri testate giornalistiche facendo analisi sul fascismo, leader autoritari, propaganda e minacce alla democrazia. La sua intuizione del modus operandi autoritario l'ha resa un'esperta e viene invitata ad offirere la sua analisi in televisione, giornali, radio, podcast ed eventi online in tutto il mondo.

Federico Rampini è un giornalista, scrittore e docente italiano con doppia la cittadinanza italiana e americana. È stato vicedirettore de Il Sole 24 Ore, e dal 1997 è capo corrispondente estero per La Repubblica. In qualità di corrispondente dagli Stati Uniti, ha seguito diverse elezioni presidenziali e ha seguito presidenti americani nei loro viaggi all'estero, come reporter accreditato per la Casa Bianca. Risiede negli Stati Uniti dal 2000 ed è il vincitore nel 2019 del Premio Ernest Hemingway.

 

Informazioni

Data: Mar 8 Dic 2020

Orario: Dalle 18:00 alle 19:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di New York

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, webinar

1972