Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Eliseo Mattiacci: Sculpture in Action - Presentazione libro

Data:

03/06/2022


Eliseo Mattiacci: Sculpture in Action  - Presentazione libro

Presentazione del volume: Eliseo Mattiacci: Sculpture in Action, edito da Ridinghouse.

La cronaca degli anni a Roma di un grande scultore italiano del dopoguerra

Lo scultore italiano Eliseo Mattiacci (1940–2019) è noto per i suoi contributi ai movimenti dell'Arte Povera e del Minimalismo nell'Italia del dopoguerra.

Questa pubblicazione riccamente illustrata è la prima incentrata sugli anni di Mattiacci a Roma dagli anni '60 agli anni '80.

 

Speakers: 

LARA CONTE, CORNELIA MATTIACCI, CRISTIAN RATTEMEYER

 

Lara Conte è storica dell'arte e docente di Storia dell'arte contemporanea presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Teatro dell'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2007 ha ricevuto il Premio Nazionale per la storia e la critica dell'arte contemporanea italiana promosso dal Ministero dei Beni Culturali e dal Museo MAXXI di Roma. Ha collaborato a progetti di ricerca e curatoriali con numerose istituzioni museali e culturali, tra cui: GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino; Kunstmuseum, Winterthur; Museo Cantonale d'Arte, Lugano; Museo MAXXI, Roma; Galleria Nazionale a Roma; Kunstmuseum, Vaduz; Magazzino Arte Italiana, New York. La sua ricerca è incentrata sullo studio dell'Arte Povera e sulla ricerca procedurale italiana, dalla storia delle mostre e della critica degli anni Sessanta e Settanta ai rapporti tra pratiche, critica e femminismo. Con Cecilia Canziani e Paola Ugolini ha curato Io dico io – I say I per la Galleria Nazionale di Roma, in concomitanza con il programma Woman Up. Tra le sue pubblicazioni: Materia, corpo, azione. Ricerche artistiche processuali tra Europa e Stati Uniti. 1966-1970 (Electa, Milano 2010); Carla Lonzi: la duplice radicalità. Dalla critica militante al femminismo di Rivolta (con V. Fiorino e V. Martini, ETS, Pisa 2011); Carlo Lonzi. Scritti sull'arte (con L. Iamurri e V. Martini, et. al, Milano 2012), Paolo Icaro. Faredisfarerifarevedere(Mousse Publishing, Milano 2016); Artiste italiane e immagini in movimento. Identità, sguardi, sperimentazioni (con F. Gallo, Mimesis, Milano 2021).

 

Cornelia Mattiacci è Curatrice presso la Fondazione Prada, Milano. Ha lavorato come ricercatrice per le seguenti mostre: Post Zang Tumb Tuuum, a cura di Germano Celant, (2018); Il Sarcofago di Spitzmaus e altri tesori, un progetto di Wes Anderson e Juman Malouf (2019). È stata Associate Curator del progetto K – mostra e libro dedicato all'opera di Franz Kafka (2020), a cura di Udo Kittelmann – e ricercatrice per la mostra Human Brains. Inizia con un'idea (2022), mostra a cura di Udo Kittelmann in dialogo con l'artista Taryn Simon. È curatrice dello Studio Eliseo Mattiacci, progetto che promuove e valorizza l'archivio dell'artista Eliseo Mattiacci (1940-2019), ha collaborato alla realizzazione della retrospettiva Eliseo Mattiacci, a cura di Gianfranco Maraniello, MART- Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (2016), e GONG, a cura di Sergio Risaliti, Forte di Belvedere e Museo Novecento di Firenze, 2018. Dal 2015 Cornelia Mattiacci è partner dell'associazione culturale Teatro degli Artisti, curandone la recente progetti curatoriali ed editoriali, come il ciclo di mostre Against Sun and Dust, Villa Imperiale, Pesaro (2020, 2021, 2022 – in arrivo) e la pubblicazione Sculpture in Action. Eliseo Mattiacci a Roma, ed. Ridinghouse, Londra (giugno 2022).

 

Christian Rattemeyer è un curatore, scrittore e traduttore indipendente. È stato Direttore Esecutivo dello Sculpture Center di New York dal 2019 al 2020 e come Associate Curator of Drawings and Prints al Museum of Modern Art di New York dal 2007 al 2019. Al MoMA, Rattemeyer ha curato e co-curato nove mostre, incluso DINTORNI: 11 Installazioni (2019); Trasmissioni: Arte dall'Europa dell'Est e dall'America Latina 1960-1980 (2015), Alighiero Boetti: Game Plan (2012) e Compass in Hand (2009). In precedenza, Rattemeyer ha lavorato come curatore presso Artists Space (2003-2007) e ha lavorato per Documenta11 (2002), documenta X (1997) e documenta IX (1992) a Kassel, sua città natale. Rattemeyer ha insegnato al programma MFA e al Center for Curatorial Studies, entrambi al Bard College, nonché all'Hunter College, alla Parsons School of Design, al RISD e alla SVA. Ha pubblicato molti saggi e libri sull'arte contemporanea, tra cui Exhibiting the New Art: When Attitudes Become Form e Op Losse Schroeven, 1969, Afterall Publishers, 2010. Rattemeyer vive e lavora a New York.

 

 

Informazioni

Data: Ven 3 Giu 2022

Orario: Dalle 18:00 alle 20:00

Organizzato da : IIC-NY

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura - NY

2097