Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Italian Design Day – MILANO Contemporary

Data:

20/03/2019


Italian Design Day – MILANO Contemporary

Una serata dedicata alla Milano contemporanea dell’architettura e del design raccontata da Stefano Boeri, fondatore dello Studio Stefano Boeri Architetti e Presidente della Triennale, in conversazione con Peter Eisenman, architetto e teorico americano, fondatore dello studio Eisenman Architects con sede a New York.
Con una presentazione di Noemi Bonazzi, contributing editor della rivista di design americana August Journal, che proprio alla città di Milano ha dedicato il suo primo numero.
Moderata da Matteo Milani.

 

Stefano Boeri

Professore Ordinario di Urbanistica presso il Politecnico di Milano, ha insegnato come guest professor in diversi atenei internazionali, tra i quali l’Harvard Graduate School of Design di Cambridge, l’Istituto Strelka di Mosca, il Berlage Institute di Rotterdam e l’École Polytechnique Fédérale di Losanna. Oggi dirige il Future City Lab della Tongji University di Shanghai, un programma di ricerca post-dottorato dove si prefigura il futuro delle metropoli planetarie.

Il lavoro di Stefano Boeri Architetti spazia dalla produzione di visioni urbane alla progettazione di architetture e spazi aperti, tra cui diversi waterfront, come Napoli, Trieste, Genova, La Maddalena, Doha, Marsiglia e Salonicco, con un costante focus sulle implicazioni geopolitiche e ambientali dei fenomeni urbani.
La sua particolare attenzione al rapporto tra città e natura sfocia nell’ideazione del Bosco Verticale, primo prototipo di edificio residenziale sostenibile con facciate ricoperte di alberi e piante, modello di riforestazione metropolitana che concepisce la vegetazione come elemento essenziale dell’architettura. Realizzato a Milano nel 2014, il Bosco Verticale ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali. Con l’introduzione del concetto di biodiversità in architettura, Boeri lavora allo sviluppo del modello milanese e della forestazione urbana fino a presentare il progetto di Città Foresta alla Conferenza Internazionale sul Clima COP21 a Parigi nel 2015, inserendosi tra i principali attori del dibattito sul climate change nel campo dell’architettura internazionale.

Da febbraio 2018 è Presidente della Fondazione La Triennale di Milano, una delle principali istituzioni culturali in Italia, che realizza mostre, conferenze ed eventi legati ad arte, design e architettura. Direttore delle riviste internazionali Domus (2004-2007) e Abitare (2007-2011), Boeri ha pubblicato numerosi libri, tra cui: Biomilano. Glossario di idee per una metropoli basata su biodiversità (Corraini, 2011), Fare di più con meno (Il Saggiatore, 2012), A Vertical Forest. Instructions booklet for the prototype of a forest city (Corraini, 2015) e La città scritta (Quodlibet Edizioni, 2016).

 

Noemi Bonazzi

Noemi Bonazzi è nata a Milano, dove dal 1976 al 1980 ha lavorato presso la Galleria Salvatore Ala. Nel 1981 si è trasferita a New York, dove ha lavorato per l'artista Keith Haring e diverse gallerie d'arte, tra le quali la Philippe Daverio Gallery di cui è stata direttrice. Ha lavorato come decoratrice di set di film horror, style editor di House & Garden, come scenografa e art director per set fotografici. Il suo lavoro è apparso, tra l’altro, su Vogue Italia ed America, Wallpaper, Architectural Digest, New Yorker e The New York Times. Ha collaborato in veste di guest editor al primo numero, dedicato alla città di Milano, della rivista August Journal, un semestrale di viaggi con particolare attenzione all'architettura ed al design, fondato a New York dall'editore Dung Ngo.

 

Peter Eisenman

Peter Eisenman è un architetto ed educatore di fama internazionale i cui pluripremiati progetti di edilizia abitativa e di design urbano, le strutture innovative per varie istituzioni educative, ed una serie di progetti creativi per abitazioni private attestano una carriera di eccellenza nel design. Prima di aprire uno studio di architettura a tempo pieno nel 1980, Eisenman ha lavorato come architetto indipendente, educatore e teorico. Nel 1967, ha fondato l'Istituto per l'architettura e gli studi urbani (IAUS), un think tank internazionale per l'architettura a New York, e ne è stato direttore fino al 1982. Eisenman è membro dell'American Academy of Arts and Sciences e dell'American Academy of Arts and Letters. Tra gli altri riconoscimenti, nel 2001 ha ricevuto la Medal of Honor dal New York Chapter dell' American Institute of Architects, e il 2001-Cooper-Hewitt National Design Award della Smithsonian Institution in Architecture. È stato insignito del Leone d'oro alla carriera alla Biennale di architettura di Venezia del 2004. La rivista Popular Science ha nominato Eisenman uno dei cinque migliori innovatori del 2006 per i suoi progetti dello stadio della University of Phoenix per gli Arizona Cardinals. Nel maggio 2010, Eisenman ha ricevuto il Wolf Foundation Prize in the Arts, assegnato a Gerusalemme.

Attualmente Charles Gwathmey professor in Practice presso la Yale School of Architecture, la carriera accademica di Eisenman lo ha portato ad insegnare presso le università di Cambridge, Princeton, Harvard e Ohio State. Precedentemente è stato Irwin S. Chanin Distinguished Professor of Architecture presso The Cooper Union, a New York. È anche autore, i suoi libri più recenti includono: Written in the Void: Selected Writings, 1990-2004 (Yale University Press, 2007) e Ten Canonical Buildings, 1950-2000 (Rizzoli, 2008), che esamina dieci edifici di diversi architetti. Eisenman ha conseguito la laurea in architettura presso la Cornell University, un Master of Science in Architecture presso la Columbia University, e M.A. e Ph.D. presso l'Università di Cambridge. E vanta Dottorati onorari di Belle Arti dall'Università dell'Illinois, a Chicago, dal Pratt Institute di New York e dalla Syracuse University. Nel 2003 gli è stata conferita la laurea honoris causa in Architettura dall'Università La Sapienza di Roma.

Matteo Milani è Partner presso lo studio Pei Cobb Freed & Partners Architects LLP di New York, dal 2006. Laureato in Architettura al Politecnico di Milano presso il quale ha, inoltre, conseguito il Dottorato in Architetura e Pianificazione Urbana, è uno dei designer leader del progetto del Palazzo Lombardia a Milano.

 

Informazioni

Data: Mer 20 Mar 2019

Orario: Dalle 18:30 alle 20:30

Organizzato da : ICI

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di New York

1839