Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

“Chiara. Elogio della disobbedienza” di Dacia Maraini – Presentazione libro in presenza dell’autrice

Maraini Rutgers cover

L’Istituto Italiano di Cultura di New York
è lieto di ospitare la presentazione della traduzione inglese di

Chiara. Elogio della disobbedienza 

di Dacia Maraini, a cura di Jane Tylus.

(2022, Rutgers University Press. Acquista qui.)

in occasione della quale l’autrice dialogherà con Jane Tylus

13 novembre 2023 | ore 17:00

Istituto Italiano di Cultura
686 Park Avenue, New York

RSVP a iicny.rsvp@gmail.com
Indicando “Maraini”

Descrizione: L’autrice riceve una misteriosa e-mail che la prega di raccontare la storia di Chiara d’Assisi, la santa italiana del XIII secolo. Inizialmente infastidita dalla richiesta, inizia a fare ricerche su Santa Chiara e rimane affascinata dalla sua vita. Anche noi siamo trasportati nello strano e bellissimo mondo dell’Italia medievale, assistendo ai rituali quotidiani della vita conventuale. Al centro di quella vita c’è Santa Chiara, una figura sovversiva e avvincente piena di contraddizioni: una donna fisicamente disabile che viaggia molto con la sua immaginazione, una persona spietata con se stessa ma infinitamente generosa con le donne che supervisiona, una praticante dell’abnegazione. che tuttavia conosce il proprio valore. Visionaria che si è liberata dalle catene del materialismo e del patriarcato, Santa Chiara diventa qui una figura ispiratrice per una nuova generazione di lettori.

 

DACIA MARAINI è una delle più importanti figure della cultura italiana. Scrittrice, poetessa, drammaturga, giornalista, sceneggiatrice, saggista e regista, ha vinto molti premi, tra cui lo Strega, il Campiello, l’Alabarda d’oro, il Cimitile, il Pinuccio Tatarella, il Fregene, e il Viareggio. I temi principali della sua ricerca e della sua produzione letteraria sono i diritti delle donne e dei bambini. Tradotti in ventidue lingue, alcuni dei suoi libri sono diventati film di successo: Storia di Piera (1980), L’età del malessere (1963), La lunga vita di Marianna Ucrìa (1990), Voci (1994) e Memoria di una ladra (1972). Nelle autobiografie Bagheria (1993) e La nave per Kobe (2001), l’autrice parla del periodo trascorso nei campi d’internamento in Giappone dal 1943 al 1945. Tra le altre sue opere significative vanno ricordate Donna in guerra (1975), Il treno per Helsinki (1984), Buio (1999), La ragazza di via Maqueda (2009), La grande festa (2011), L’amore rubato, (2012), Chiara d’Assisi. Elogio della disobbedienza (2013); La bambina e il sognatore (2015), Corpo felice (2018), Trio (2020), La scuola ci salverà (2021), e Caro Pier Paolo (2022). Con la Marlin ha pubblicato Dentro le parole: aforismi e pensieri (2005); Dacia Maraini in cucina: sapori tra le righe (2007); Alfabeto quotidiano (2021).

JANE TYLUS è  Professoressa di Italiano e di Letteratura Comparata alla Yale University. In precedenza ha insegnato alla New York University e all’Università del Wisconsin-Madison. È autrice di Siena, City of Secrets; Reclaiming Catherine of Siena; e Writing and Vulnerability in the Late Renaissance. Ha tradotto le poesie di Gaspara Stampa e Lucrezia Tornabuoni de’Medici, nonché Chiara di Assisi: Elogio della disobbedienza di Dacia Maraini. Il suo libro “Who Owns Literature?” è in uscita per la serie Elements della Cambridge University Press.

Prenotazione non più disponibile

  • Organizzato da: IIC-NY